sogno

Come avviare un sogno (anche se sei hai paura)

Come avviare un sogno che ti fa paura?
Ho sentito questa domanda un sacco di volte.
La gente mi dice Andrei, tu hai lasciato la Romania, hai cambiato tanti lavori e poi hai fatto una carriera informatica.
Sei diventato socio e amministratore di un’azienda che ti pagava profumatamente e poi hai lasciato ancora una volta tutto per iniziare un’altra carriera partendo da 0.
Come hai fatto tutto ciò? Non hai avuto paura?
Siiii! Ho avuto paura, ma questo non mi ha fermato.
E lo so quant’è difficile quando tu hai un grande sogno e ti sforzi di capire, di immaginare come iniziare, soprattutto quando sei spaventato.
Quando ti rendi conto che per inseguire il tuo sogno creerai confusione nelle persone intorno a te, che questo creerà incertezza da un punto di vista economico, quando i genitori, il partner, i figli non capiranno e penseranno che sei andato fuori di testa.
Fa paura! Ogni volta che vai a modificare qualcosa generi, provi e susciti paura. E iniziare un sogno è in ultima analisi un cambiamento.
Iniziare qualsiasi cosa è un cambiamento.
Se ci pensi, ti rendi conto che il modo in cui reagisci nell’ avviare un sogno è lo stesso modo in cui reagisci di fronte a qualsiasi cambiamento.
La gente mi dice, “sai, forse non credo abbastanza nel mio sogno” ma io dico che probabilmente siete solo spaventati dall’idea del cambiamento.
Una volta che padroneggi il cambiamento, iniziare il tuo sogno oppure iniziare qualsiasi altra cosa diventa facile.
Quindi, iniziamo a parlare della cosa che conta, di come gestire il cambiamento.
Nell’avviare il tuo sogno imparerai  come affrontare il cambiamento.
Vediamo come farlo in modo che ti sia di supporto.
Prima di tutto, la prima cosa da fare innanzitutto è quella di essere onesto con te stesso.
Perché non l’hai ancora iniziato  il tuo sogno?
Se hai un sogno e non l’hai iniziato, perché non l’hai fatto?
Sai,  è naturale essere spaventati / avere paura.
Tutti mentiamo a noi stessi.
Forse più della paura incide l’assenza di certezza. Non sentirsi all’altezza, non ritenersi capaci.
Sentirsi senza certezze, essere preoccupati, avvertire di non avere le competenze o le capacità in quell’area crea un blocco difficile da sgretolare.
Ma se ti attiverai per fare, per agire,  superando e vincendo quel limite, allora produrrai ottimi risultati.
Possiamo dire allo stesso tempo che chi ha troppa paura fallirà, predisponendosi all’autosabotaggio?
La maggior parte degli adulti diventano persone coscienti, consapevoli, che entrano in un ritmo in cui decidono quanto agire ogni giorno, ma forzare quel seminato richiede molto impegno e molto coraggio.
E cosi, spesso, la mancanza di disciplina e la motivazione, si sommano alla paura per congelare ogni iniziativa.
Stati d’animo più forti della desiderio e della fame di cambiare.
Questa è la pura verità.
Coloro che ottengono, dimostrano di avere il focus su quello che vogliono e di volere di più di chi lascia perdere.
Invece coloro che non si concentrano con attenzione non inizieranno mai il loro sogno.
Perchè il sogno si realizzi deve diventare un’ossessione, qualcosa che desideri e a cui dai la massima attenzione.
Qualcosa che desideri e su cui lavori ogni singolo giorno per avanzare.
Non so come hai iniziato in passato o come hai gestito i tuoi problemi, ma per iniziare il tuo sogno, ho bisogno solo che tu dica OK, iniziamo, agiamo, facciamo qualcosa.
Dopo che sei stato onesto con te stesso, agisci.
E non inventare scuse, non dirmi Andrei, tu non capisci, io sono un perfezionista!
Se tu mi dici che non stai decollando con l’attuazione dei tuoi desideri perché sei un perfezionista forse non sei fino in fondo onesto con te stesso.
Se tu dici che non hai iniziato il tuo sogno perché sei un perfezionista, stai mentendo.
In verità non stai credendo nelle tue potenzialità , preferisci la fuga alla realizzazione.
Un perfezionista per definizione, lo dice la parola stessa, tende a perfezionare qualcosa di già esistente, non puoi perfezionare qualcosa che ancora non hai creato.
Una volta che hai creato qualcosa ci puoi tornare sopra e perfezionarlo, non prima.
Il perfezionamento arriva dopo.
Dopo che lo hai fatto! Smettila di ingannarti da solo.
Invece di dirti che sei un perfezionista, riconosci  che ti manca la sicurezza, l’attenzione, l’energia.
Insomma in una parte di te, tu sai  quali siano i problemi che ti tengono fermo.
Dillo, ammetti con te stesso che non hai abbastanza motivazione, desiderio,  fame, focus, attenzione, energia, salute?
Una volta che sei onesto con te stesso ti riaproppi del potere, della forza creativa della tua vita.
Inizi ad attivare il tuo potere personale.
Adesso, possiamo iniziare a muoverci in avanti.
La seconda cosa che devi fare dopo essere onesto con te stesso è quella di definire la mappa del tuo percorso di apprendimento.
Cosa voglio dire con questo?
Se tui hai un sogno, chiediti cosa devo imparare e padroneggiare per iniziare il mio sogno e farlo bene?
Cosa mi aiuta a migliorare e avanzare per realizzare il mio sogno?
Per esempio, quando ho deciso di fare questi video ho capito e affermato  che dovevo imparare qualcosa sul marketing online, che dovevo imparare qualcosa sulle luci, che dovevo imparare qualcosa sulle telecamere, che dovevo imparare qualcosa sulla comunicazione e su come comunicare davanti alla telecamera.
E quindi, cosa ho fatto?
Ho programmato nella mia agenda il tempo per imparare.
Ho detto: questa settimana imparerò sulle telecamere, questa settimana imparero sulle luci, questa settimana imparerò su qualcosa su Youtube, questa settimana imparerò qualcosa su Facebook.
E definendo in questo modo un percorso di apprendimento sono diventato molto competente e con la competenza è arrivata la sicurezza. E con la sicurezza è arrivata l’azione. E con l’azione è arrivata più competenza. E con la competenza è arrivata più confidenza.
E quindi si è sviluppato uno slancio partendo dallo studio.
Quindi, studia e definisci un giorno per iniziare.
Studia il più che puoi, programma tutti questi step e poi arriva a programmare una data per fare il primo passo sulla tua mappa.
Imparo questo, imparo questo, imparo quest’altro e poi in questo giorno registro e pubblico il mio video.
E’ necessario per te programmare il tuo apprendimento e il giorno di avvio, altrimenti non partirai mai con il tuo sogno, non lo farai mai.
Non puoi ingannare te stesso dicendo: “aspetterò fino a quando diventerò perfetto”.
Voglio dire, il grande Zig Ziglar diceva; non c’è bisogno di essere grandi per iniziare ma bisogna iniziare per diventare grandi.
Smettila di preoccuparti o di cercare di rendere tutto perfetto.
Inizia solamente a imparare e programma la data di inizio.
Sento gente che dice, Andrei cosa dovrei fare?
Lasciare il mio lavoro e iniziare il mio sogno?
Io dico, metti una data nel tuo calendario.
Se tu realmente odi il tuo lavoro definisci una data.
Quando deve essere?
Tra due mesi, tra quattro mesi, sei mesi, nove mesi?
Scegli una data.
Se non metti una data nell’agenda starai li per sempre.
Questa è la data, questa è la data per lasciare e iniziare la tua nuova vita.
Cosa devo imparare e quali sono le competenze che devo acquisire prima di questa data?
E quando arrivi li, lasci e inizi il tuo sogno.
Un piano di studio, una data per partire. Molto semplice.
1. Sii onesto.
2. Definisci le date per lo studio e per iniziare il tuo sogno.
E come terza cosa definisci ogni singolo giorno 3 azioni che farai per far avanzare il tuo sogno.
Questo è quanto, è semplice.
Alzati ogni giorno e decidi quali sono le tre cose da fare per avanzare nella realizzazione del tuo sogno.
Ogni giorno quando ti svegli decidi: “questi sono i miei 3 obiettivi per oggi per  avanzare nella direzione dei miei sogni”.
Tutti possono fare 3 cose per muoversi in avanti verso i propri sogni ogni giorno.
Non venire a dirmi che non puoi fare 3 cose al giorno.
Possono essere cose semplici, come fare una telefonata, mandare una mail, andare a incontrare un cliente, registrare un video, scrivere una pagina, una presentazione, possono essere cose semplici.
Non dire che non puoi fare 3 cose, perché se non capisci come fare 3 cose che fanno avanzare il tuo sogno, allora tu non stai vivendo.
Sei intrappolato da qualche parte.
Sei forse intrappolato nella routine oppure nelle abitudini sbagliate o nelle  false aspettative degli altri, in cui fai tutto per gli altri e niente per te.
Il tuoi sogni sono necessari.
Se ti senti eccitato per iniziare qualcosa,  creare qualcosa; il tuo lavoro, la tua missione è quella di superare quella paura, di superare la tua immobilità, di iniziare, di programmare, di sviluppare competenze e abilità e sicurezza per muoverti verso i tuoi desideri.
Per questo ti è stata regalata questa “fame” e questo desiderio.
Ascoltali, usali, inizia ad andare avanti.
E’ questa l’esperienza di una vita ricca.
E, fino  a quando ci rivedremo la prossima volta, vivi ogni giorno pienamente e fai la tua differenza, oggi.

Commenti